Ferrari senza speranza, l’addio è inevitabile

Tutto lascia presagire che lascerà la Ferrari, non ci sono altre alternative. Arriva un’importante conferma

In un inizio di stagione contrassegnato da due doppiette della Red Bull, c’è stato anche spazio per qualche buona notizia in casa Ferrari. Innanzitutto, la nuova Rossa, la SF-24, è apparsa palesemente più veloce e guidabile rispetto alla monoposto che l’aveva preceduta. Lo dimostrano i due podi ottenuti, in Bahrain e in Arabia Saudita, e il secondo posto della classifica costruttori con un vantaggio consistente su McLaren, Mercedes e Aston Martin.

Bearman addio Ferrari
Per la Ferrari, l’addio sarà inevitabile (Ansa) – Sportduepuntozero.it

In secondo luogo, il team di Maranello ha ‘scoperto’ di avere in casa un giovane prodigio. Ci riferiamo ovviamente ad Oliver Bearman, 18enne britannico salito a bordo della vettura di Carlos Sainz – operato di appendicite – durante il weekend a Jeddah non facendo rimpiangere affatto lo spagnolo.

Il classe 2005 di Chelmsford ha ben figurato in qualifica, arrivando ad un passo dal Q3 e, in gara, ha offerto una prestazione a dir poco straordinaria tagliando il traguardo al settimo posto, davanti a piloti del calibro di Lewis Hamilton e Lando Norris.

Ferrari, quale futuro per Oliver Bearman?

In Australia, tuttavia, salvo clamorosi colpi di scena, Sainz tornerà disponibile per il terzo appuntamento iridato. Bearman gareggerà in Formula 2, tornando al suo ruolo di riserva. Uno spreco si direbbe. Ed è ciò che pensano appassionati ed addetti ai lavori dopo aver ammirato il talento del giovane britannico. Ma il problema, fondamentalmente, non riguarda soltanto il 2024, bensì anche il prossimo futuro per la Ferrari.

Come noto, infatti, nel 2025 la Scuderia accoglierà Hamilton e potrà ancora contare su Charles Leclerc. Una line up da sogno per tentare di vincere il Mondiale dopo oltre quindici anni di digiuno. Ma la domanda che si pongono in tanti è la seguente: cosa ne sarà di Bearman? A tale interrogativo ha provato a dare una risposta Guenther Steiner, ex team principal della Haas ed attuale analista per il sito ufficiale della Formula 1.

Ferrari addio Oliver Bearman
Ferrari, quale futuro per Oliver Bearman? Il parere di Steiner (Ansa) – Sportduepuntozero

“Questa prestazione avrà tolto molti dubbi sulle sue capacità”, ha esordito il manager altoatesino riferendosi alla performance di Bearman in Arabia Saudita. “È in una buona posizione perché alla fine di quest’anno scadono molti contratti. Ollie può mettersi in una buona posizione: non può andare dove vuole, ma credo che ci sia più di un’opportunità per lui, ha aggiunto.

Secondo Steiner vi saranno diverse squadre pronte a chiederlo alla Ferrari nei prossimi mesi. “Ha un contratto, ma non so per quanto tempo. Se foste interessati a lui, andreste a parlare con la Ferrari e vedreste se fosse possibile ottenere qualcosa. Penso che molti team lo guarderanno in modo proattivo dopo la sua prestazione dello scorso fine settimana. Credo che abbia buone possibilità di ottenere un posto l’anno prossimo, ha scritto.

Infine ha chiosato: “Ovviamente, non è detto che abbia successo al 100%. È sempre un rischio. Ma in base alla sua prestazione a Gedda, e dopo quello che ho visto da lui quando abbiamo lavorato in Haas, lo metterei su una macchina”. Insomma, secondo Steiner, Bearman è destinato a ritagliarsi un ruolo da protagonista in Formula 1, lontano dalla Ferrari, destinata inevitabilmente a perderlo.

Impostazioni privacy